Muse: le anticipazioni sul tour 2019. ‘Saranno concerti più ‘umani’. Ma siamo una specie in via d’estinzione’

Intervistati dalla BBC, Matt Bellamy e compagni hanno fornito qualche anticipazione riguardo lo spettacolo che in Muse presenteranno nel corso del tour in supporto alla loro ultima fatica in studio, “Simulation Theory”, in partenza il prossimo 19 gennaio da Los Angeles, California, e atteso in Italia tra i prossimi 12 e 20 luglio allo stadio Meazza di San Siro, a Milano, e allo stadio Olimpico di Roma.

“Al momento siamo interessati a realizzare spettacoli che coinvolgano altre persone oltre a noi”, ha spiegato Bellamy: “Non ci saranno balletti, ma cose come coreografie teatrali, o qualcosa del genere. [Negli ultimi tour] abbiamo lavorato molto con la tecnologia – coi megaschermi, i droni e tutto il resto – ma credo che per noi sia arrivato il momento di fare qualcosa che coinvolga delle persone in carne e ossa, un vero e proprio cast che dia vita alle nostre canzoni attraverso la performance di esseri umani”.

“Ormai pare che, ogni due o tre anni, il mondo diventi un posto diverso rispetto al periodo precedente”, ha concluso il frontman del trio britannico: “Il nostro tentativo rimane quello di dare a ciò che chiamiamo rock un significato, una funzione e una ragion d’essere. Abbiamo cercato di unire tecnologia e strumentazione tradizionale per creare una simbiosi, piuttosto che contrapporre le parti. Dato che la tecnologia è in continua evoluzione, e che il panorama politico è in continua evoluzione, il linguaggio col quale dobbiamo lavorare deve essere anche lui in continua evoluzione. Ci sentiamo decisamente più soli di quanto non ci sentissimo prima. Mi pare che negli anni Duemila ci fossero più realtà con le quali avevamo una certa affinità, o uno spirito di sana competizione, che adesso non ci sono più. Tuttavia, questo ci dà la sensazione di stare facendo qualcosa che sia ancora rilevante: perché – sapete – siamo una specie in via d’estinzione”.

I Muse si sono esibiti lo scorso lunedì, 3 dicembre, alla Royal Alber Hall di Londra: durante lo spettacolo la band ha presentato dal vivo per la prima volta alcuni brani inclusi nel nuovo album “Simulation Theory” come “The dark side”, “Algorithm”, “Break it to me” e “Thought contagion”, oltre che a episodi di repertorio come “Showbiz”, “Psycho”, “Uprising”, “Plug in baby” e “Time is running out”.

12 Luglio 2019
Muse in concerto
Stadio Meazza – Milano

social_youtube social_facebook social_googleplus social_instagram social_email