Category: Events

Lunedí 26 Dicembre
una serata all’insegna del miglior blues made in Italy, con Tiziano “Red Rooster” Galli, Ardy Blues Band e la Kappelman Joy Band.

Il blues in Italia cresce e attecchisce e noi abbiamo voluto riportare al Black un evento legato alla musica del Diavolo, due gruppi e un solista che racconteranno la storia del blues secondo diverse angolazioni.

Tiziano “Red Rooster” Galli, sulle scene della musica leggera da oltre 25 anni, ha collaborato con Tano Ro e Feelingood productions accompagnando in tour italo-europei l’armonicista di New Orleans Jumpin’ Johnny Sansone (2006), il texas bluesman Sonny Rhodes (2007/2008), R.J. Mischo (2007), Gail Muldrow (2008), Eugene “Hideway” Bridge (2008/10), E.C. Scott (2008), Andy Just (2010), Vivian “Vance” Kelly (2011) Gary Wiggins (2011).
Ha inoltre condiviso il palco con Aida Cooper, Max Prandi, Ronnie Jones, Dave Baker, Ruben Minuto, Marco Simoncelli, Lillo Rogati, Chuck Fryers, Angelo Rossi, Steve Harvey, James Wheeler.
Ad oggi è il cantante chitarrista e fondatore dei T–ROOSTERS con cui ha prodotto il suo ultimo CD “No Monkey but the Blues” (2013).

Ardy Blues Band è il nome sotto il quale si nasconde una grande passione per il Blues, passione che ha riunito i due fratelli Ardito (Marco e Damiano) il batterista Lele Zamperini e il bassista Amos Vismara in un ensemble dedito esclusivamente alla musica cosi detta del diavolo.
La Band si è formata nel 2005 dopo anni di concerti al servizio di innumerevoli Blues Band in giro per l’Europa (Baker Street Band, Kappelman Blues Gang,Chuck Fryers and Friends, Dave Baker and Motivator), e ha partecipato a decine di manifestazioni. Si è tolta la soddisfazione di produrre il primo album, quel “Blues I can use” ( 2008 ) che ha venduto 3000 copie solo nelle uscite locali della band e che è stato tenuto a battesimo da “Life gate radio” e da altre emittenti nazionali nei programmi serali dedicati alla musica nera.
La band ha all’attivo più di 500 concerti, e nell’ultima edizione del Lario Jazz Festival la Ardy Blues Band ha accompagnato il pianista cantante americano Arthur Miles (Zucchero, G.Gaynor, T.Turner) grande voce nera del Soul & Blues nel mondo e da questa collaborazione sempre più stretta si é venuta a creare la giusta dimensione sonora per potere incidere insieme l’ultimo album di Miles “Blue Avenue” subito dimostratosi molto interessante per gli addetti ai lavori e non, per la incredibile sonorità e impatto creatosi con la collaborazione. Insieme ad Arthur Miles diversi sono stati i concerti per la promozione del CD e che tuttora continuano. Notevoli le collaborazioni eccellenti con big della musica made in U.S.A. Oltre al già citato Arthur Miles la band ha diviso il palco in diversi concerti anche con il cantante chitarrista Jono Manson e il grande armonicista Andy Just (Ford Blues Band, Robben Ford).

Una vecchia conoscenza degli appassionati, per anni fedele bassista della Treves Blues Band, con cui ha suonato dal vivo con icone come Mike Bloomfield, è Tino Cappelletti, anche chitarrista e oggi leader della Kappelman Joy Band.
Tino Cappelletti fino all’età di 30 anni è parte di diverse formazioni di musica dance e rhythm and blues. La passione per il blues era sempre più viva e presente nella sua anima nonostante gli spazi per questo genere di musica ancora non esistessero in Italia. Un giorno per caso vide un manifesto che annunciava un concerto dell’allora non propriamente famosa Treves Blues Band. Fu una folgorazione!
Dopo poco tempo, tramite le diverse collaborazioni musicali, Tino si ritrovò proprio li, membro della Treves Blues Band attraverso cui avrebbe suonato con alcuni grandi bluesman americani, inglesi e italiani.
Dal 1978 al 1983 insieme a Fabio Treves, Dave Baker, Claudio Bazzari e Chuck Fryers formano la Treves Blues Band, e dall’83 al 95 è parte anche della Baker Street band. Queste due formazioni gli permettono di partecipare a innumerevoli e prestigiosi festival (Pistoia Blues, Bellinzona Piazza Blues, Magic Blues, Vallemaggia bluesfestival, Rapperswill, Torrita Blues, Tiferno Blues, Trasimeno blues, Narcao blues e molti altri).
La passione per la musica e per il blues brucerà sempre nello spirito di questo artista che ha avuto l’onore e la fortuna di partecipare alla diffusione del blues in Italia. Attualmente Tino Cappelletti ha fondato una sua band, Kappelman Joy Band, in cui alterna performances al basso e alla chitarra.

ore 20.00 apertura ristorante
ore 23.00 live show

ristorante – menú alla carta, tavolo riservato per tutta la sera
Ingresso senza cena – 10,00 euro con prima consumazione inclusa
le consumazioni successive saranno a prezzo di listino senza maggiorazioni di prezzo.